Le Orchidee, con i loro fiori di rara bellezza sono simbolo di eleganza e raffinatezza

Le Orchidee, con i loro fiori di rara bellezza sono simbolo di eleganza e raffinatezza

Quali specie troviamo in commercio…

Le orchidee più adatte ad essere coltivate in appartamento sono le specie tropicali, che si possono meglio adattare al clima caldo per tutto l'arco dell'anno.
In commercio più comuni sono le phalaenopsis, i dendrobium ed i cymbidium. Le prime due amano il caldo quindi possono tranquillamente stare in appartamento, mentre la coltivazione dei Cymbidium in appartamento porta all'assenza di fiori e ad un lento deperimento. Se acquistiamo una pianta di Cymbidium cerchiamo di ambientarla a vivere all'aperto, sarebbe ideale su un terrazzo.

 

La luce

Uno degli elementi fondamentali per le Orchidee è la luce; infatti gran parte delle orchidee tropicali vive in luoghi ben luminosi, ma difficilmente riceve i raggi diretti del sole. L’ideale sarebbe posizionarle vicino ad una finestra, lontano però da fonti di calore o da correnti d’aria.  Evitiamo in ogni modo di posizionare la nostra orchidea in luogo buio o scuro, la pianta non produrrebbe i fiori e non svilupperebbe le radici ed il fogliame.

 

L’acqua

Le annaffiature devono essere frequenti evitando però di inzuppare il substrato: ogni 3-5 giorni inumidiamo il terreno con acqua a temperatura ambiente.
Per un coretto sviluppo delle orchidee e per favorire la fioritura, l'umidità ambientale deve essere abbastanza elevata; per ottenere una buona umidità si consiglia di vaporizzare spesso le foglie.
Un altro metodo consiste nel posizionare i vasi di orchidee su un sottovaso riempito di argilla espansa mantenendolo sempre colmo di acqua, fino ad almeno mezzo centimetro dal vaso delle orchidee, in modo da non bagnarne il terriccio; in questo modo l'acqua del sottovaso evaporando manterrà elevata l'umidità ambientale.

 

il terreno

Le orchidee tropicali prediligono terreni molto soffici, in vivaio si mescolano dei pezzetti di corteccia con della torba, in genere però non vengono rinvasate regolarmente, le si sposta in un contenitore più grande solo quando le radici fuoriescono eccessivamente.

 

Il concime

Anche le orchidee necessitano di concimazioni, ma in quantità molto contenuta, utilizzando un concime specifico ed in quantità molto ridotta, in modo che non ci siano quantità eccessive di sali minerali all'interno dell'acqua delle annaffiature.